martedì 10 luglio 2018

Ateismo come comfort di fronte alla morte...

Risale a Epi­curo e Lucrezio, prima, e Sigmund Freud, David Hume e Bertrand Russell, poi, la “tesi del comfort”, secondo cui la fede religiosa è un’invenzione di rassicurazione, di compensazione, di scongiuro di fronte alla paura dell’ignoto e della morte. Oggi, però, uno studio ha certificato il contrario: l’oppio dei popoli sarebbe anche l’ateismo, la mancanza di fede.
Piccola premessa: nemmeno lo stesso padre della psicanalisi credeva molto nella sua stessa interpretazione della fede, tanto che formulò a se stesso un’obiezione«se la religione fosse davvero riuscita a rendere felice la maggioranza degli uomini, a consolarli, a riconciliarli con la vita, a nessuno verrebbe in mente di aspirare ad un mu...

CONTINUA SU: https://www.uccronline.it/2018/07/10/nuovo-studio-se-e-lateismo-ad-essere-rassicurazione-di-fronte-alla-morte/

Corte Suprema USA: Trump nomina un giudice cattolico e “pro-life”

Poteva andare meglio, ma il bicchiere è mezzo pieno. Da giorni attendevamo l’importantissima nomina del successore del giudice Anthony Kennedy alla Corte suprema degli Stati Uniti, le cui sentenze spesso creano importanti precedenti per tutto il resto del mondo. Sopratutto sui temi etici. Il presidente Donald Trump ha scelto Brett Kavanaugh, repubblicano conservatore, collaboratore di Kennedy e George W Bush.
Storico nemico di Bill Clinton, attraverso Kavanaugh il presidente Trump afferma di aver mantenuto la sua promessa in campagna elettorale, quando annunciò«Io sono pro-life e i giudici che nominerò saranno pro-life». Ed infatti gli...

CONTINUA QUI: https://www.uccronline.it/2018/07/10/trump-nomina-giudice-pro-life-alla-corte-suprema-il-vento-cambia/

Se i tradizionalisti dei "dubia" sono quelli che insultano Benedetto XVI....

Dicono che a condurre la guerra ideologica contro Papa Francesco, oltre a Socci, Tosatti, Cascioli ed altri ex berlusconiani in crisi esistenziale, vi siano anche figure di rilievo.
Non si tratta certo dei cardinali dei dubia, che mai sono stati irrispettosi e hanno espresso legittime domande, alle quali legittimamente ha risposto l’allora prefetto Gerhard L. Müller (incaricato delle diatribe teologiche), assicurando: «Amoris Laetitia è molto chiara nella sua dottrina. I cardinali hanno il diritto di scrivere una lettera al Papa. Mi sono stupito perché questa però è diventata pubblica, costringendo quasi il Papa...

CONTINUA QUI: https://www.uccronline.it/2018/07/04/il-teologo-antonio-livi-condanna-anche-papa-ratzinger-da-sempre-tende-alleresia/

martedì 3 luglio 2018

Il DNA dell’embrione attivo dalla fecondazione, chi lo dice agli abortisti?

Il Dna dell’embrione inizia, appena dopo la fecondazione, a dirigere autonomamente il processo di formazione dell’organismo umano. Una scoperta rivoluzionaria apparsa su Nature dimostra che il codice genetico non viene tradotto in un secondo momento o stadio come invece si pensava.
«Abbiamo fatto luce su ciò che attiva il programma genetico che ci fa diventare ciò che siamo»ha commentato uno degli autori, il ricercatore del Politecnico di Losanna, Didier Trono. Una conferma scientifica in più, dunque, sul fatto che la vita...

CONTINUA QUI: https://www.uccronline.it/2018/07/03/il-dna-dellembrione-attivo-dalla-fecondazione-smacco-per-gli-abortisti/

L’esistenza degli alieni non crea problemi al cristianesimo

«Finora le conoscenze scientifiche hanno sempre escluso che vi sia traccia di altri esseri pensanti nell'universo», ha affermato Papa Francesco«Dovremmo attenerci a quanto dicono gli scienziati, pur sempre coscienti che il Creatore è infinitamente più grande delle nostre conoscenze». In questa affermazione è racchiusa la posizione della Chiesa cattolica sulla vita extraterrestre.
E' un campo interamente scientifico e su cui l'astrobiologia ha la prima e l'ultima parola, tuttavia teologi e persone di fede da tempo stanno riflettendo sulle conseguenze religiose della eventuale scoperta di altre forme di vita nell'Universo. Per molti, l'esistenza stessa delle attuali religioni ne risulterebbe gravemente minacciata. Ma le cose non stanno così.
Il direttore della Specola vaticana, l’astronomo gesuita statunitense Guy Consolmagno, ha infatti spiegato«L’idea che nello spazio ci siano altre forme di vita intelligente non è in contrasto con il pensiero tradizionale cristiano. Per noi credenti, lo studio dell’universo è una meravigliosa avventura che ci riempie di stupore. Non possiamo pensare che Dio sia così limitato da aver creato esseri...

CONTINUA QUI: https://www.uccronline.it/2018/07/03/lesistenza-di-extraterrestri-non-causerebbe-alcuna-crisi-ai-cristiani/

venerdì 29 giugno 2018

Tiene il figlio di uno stupro: «Mi ricorda che il bene trionfa sempre sul male»

Molte persone che si definiscono “pro-vita” accettano eccezioni all’aborto, come in caso di stupro o incesto. «Questo è il massimo dell’ipocrisia e significa che in realtà non si è a favore della vita. Al massimo, di alcune vite». Così dice Jennifer Christie (nella foto), una madre che ha subito una violenza sessuale dalla quale è nato il suo quinto figlio.
«Se la vita davvero ha un valore, allora non ci possono essere eccezioni». Parole sante e coerenti, rispettateaddirittura dalla tuttologa abortista (o “no-life”) Chiara Lalli. Je...

CONTINUA SU: https://www.uccronline.it/2018/06/29/tiene-il-figlio-di-uno-stupro-mi-ricorda-che-il-bene-trionfa-sempre-sul-male/

Salta il Convegno internazionale Atei, non partecipa nessuno...

L’ultima Global Atheist Convention, chiamata Reason to Hope, è stata razionalisticamente annullata: quasi nessuno, infatti, era interessato a partecipare. E pensare che tra i relatori principali figurava una ex celebrità come Richard Dawkins.
«In base alla politica di rimborso»si legge infatti sul sito web della Convention ateista che avrebbe dovuto svolgersi a Melbourne (Australia), «in caso di annullamento è rimborsabile solo il prezzo di acquisto del biglietto (tasse incluse). Siamo spiacenti che la cancellazione abbia messo in una situazione difficile, ma le vendite dei biglietti sono state sostanzialmente inferiori alle aspettative ed inferiori ...

CONTINUA SU: https://www.uccronline.it/2018/02/06/sala-deserta-annullato-il-convegno-internazionale-atei-mai-na-gioia/

giovedì 28 giugno 2018

Lo psichiatra americano testimone delle possessioni demoniache

«”Credete nel diavolo?”. “Ma… dipende… è un mito, non è tanto chiaro”. No, il Diavolo esiste!». E’ stato perentorio Papa Francesco parlando recentemente a dei giovani seminaristi. Un celebre psichiatra americano, Richard Gallagher, che ha studiato centinaia di casi, è uscito allo scoperto affermando che il possesso demoniaco è un fenomeno reale.
The Telegraph lo definisce «un eminente psichiatra formatosi a Princeton ed a Yale». Gallagher, docente di Psichiatria presso il prestigioso New York Medical College e alla Columbia University, ha annunciato di aver valutato centinaia di casi di possibile possesso demoniaco e, nell’intervista al quotidiano inglese ha spiegato perché ritiene che il fenomeno non sia sempre riconducibile alla malattia mentale.
Su questo ha pubblicato il libro Demonic Foes, A Psychiatrist Investigates (Harper Collins), scrivendo....

Il dittatore dell Filippine è anticlericale e pro-Lgbt: sei sorpreso?

«È impressionante quanto le dittature si assomiglino terribilmente tra loro», ha scritto Francesco Agnoli nel suo Novecento. Il Secolo senza croce (Sugarco 2011). «Dai giacobini francesi ai bolscevichi russi, ai nazionalsocialisti tedeschi, ai maoisti cinesi e ai khmer rossi cambogiani. Troviamo sempre gli stessi elementi, analoghe idee fondanti, simili aberrazioni». Non fa eccezione uno degli ultimi dittatori, l’attuale presidente comunista-antimperialista delle Filippine, Rodrigo Duterte.
Pochi giorni fa ha bestemmiato definendo il Dio cristiano uno “stupido” e ironizzando sulla creazione biblica. Da sempre spietato anticlericale, ha come nemico principale la Chiesa cattolica che contrasta il suo metodo violente ed omicida contro la droga (si parla di oltre 1000 omicidi in pochi mesi), essendo il mandante di numerose esecuzioni....

mercoledì 27 giugno 2018

Emanuela Orlandi: Marco Fassoni Accetti è il telefonista Mario?

Il 22 giugno scorso è stato il trentacinquesimo anniversario della scomparsa della cittadina vaticana Emanuela Orlandi. Come sempre accade è il momento in cui emergono presunte rivelazioni e quest’anno non ha fatto eccezione: un anonimo ed anziano prelato avrebbe rivelato alcune novità, ma per ora non ci sono riscontri. Ci siamo occupati spesso del caso Orlandi e vorremmo tornare sulla pista che riteniamo più convincente delle altre, quella legata al reo confesso Marco Fassoni Accetti.
Per chi non sapesse di cosa parliamo invitiamo la consultazione del nostro dossier, in cui abbiamo analizzato tutte le varie ipotesi di spiegazione di questo mistero italiano. Brevemente: Fassoni Accetti (MFA, in breve) si è presentato alla Procura di Roma nel marzo 2013 autoaccusandosi di essere stato uno dei responsabili e uno dei tre principali telefonisti (il cosiddetto “Americano”, in seguito dirà di essere stato anche “Mario”, un secondo telefonista) della... 

CONTINUA QUI: https://www.uccronline.it/2018/06/27/caso-orlandi-la-voce-di-marco-accetti-comparata-con-il-telefonista-mario-e-la-stessa/